Sicurezza & Informatica s.a.s. di Francesco Vacca. Consulenza Informatica. Assistenza tecnica informatica ad enti pubblici, privati, aziende. Realizzazione e progettazione reti, installazione server, assemblamento pc. Quartu Sant'Elena - Cagliari

Sicurezza & Informatica s.a.s. di Francesco Vacca. Consulenza Informatica. Assistenza tecnica informatica ad enti pubblici, privati, aziende. Realizzazione e progettazione reti, installazione server, assemblamento pc. Quartu Sant'Elena - Cagliari

Nell´ambito dell´informatica un virus è un software, appartenente alla categoria dei malware, che è in grado, una volta eseguito, di infettare dei file in modo da riprodursi facendo copie di sè stesso, generalmente senza farsi rilevare dall´utente. I virus possono essere o non essere direttamente dannosi per il sistema operativo che li ospita, ma anche nel caso migliore comportano un certo spreco di risorse in termini di RAM, CPU e spazio sul disco fisso. Come regola generale si assume che un virus possa danneggiare direttamente solo il software della macchina che lo ospita, anche se esso può indirettamente provocare danni anche all´hardware, ad esempio causando il surriscaldamento della CPU mediante overclocking, oppure fermando la ventola di raffreddamento.

Nell´uso comune il termine virus viene frequentemente ed impropriamente usato come sinonimo di malware, indicando quindi di volta in volta anche categorie di "infestanti" diverse, come ad esempio worm, trojan o dialer. Coloro che creano virus sono detti virus writer.

Un virus è composto da un insieme di istruzioni, come qualsiasi altro programma per computer. È solitamente composto da un numero molto ridotto di istruzioni, (da pochi byte ad alcuni kilobyte), ed è specializzato per eseguire soltanto poche e semplici operazioni e ottimizzato per impiegare il minor numero di risorse, in modo da rendersi il più possibile invisibile. Caratteristica principale di un virus è quella di riprodursi e quindi diffondersi nel computer ogni volta che viene aperto il file infetto.

Tuttavia, un virus di per sè non è un programma eseguibile, così come un virus biologico non è di per sè una forma di vita. Un virus, per essere attivato, deve infettare un programma ospite, o una sequenza di codice che viene lanciata automaticamente, come ad esempio nel caso dei boot sector virus. La tecnica solitamente usata dai virus è quella di infettare i file eseguibili: il virus inserisce una copia di sè stesso nel file eseguibile che deve infettare, pone tra le prime istruzioni di tale eseguibile un´istruzione di salto alla prima linea della sua copia ed alla fine di essa mette un altro salto all´inizio dell´esecuzione del programma. In questo modo quando un utente lancia un programma infettato viene dapprima impercettibilmente eseguito il virus, e poi il programma. L´utente vede l´esecuzione del programma e non si accorge che il virus è ora in esecuzione in memoria e sta compiendo le varie operazioni contenute nel suo codice.

Principalmente un virus esegue copie di sè stesso spargendo l´epidemia, ma può avere anche altri compiti molto più dannosi (cancellare o rovinare dei file, formattare l´hard disk, aprire delle backdoor, far apparire messaggi, disegni o modificare l´aspetto del video).